Chi sarà il prossimo campione d’inverno della Serie A?

Microsoft

Si potrà pure obiettare che il titolo di campione d’inverno non sia particolarmente utile ma, in realtà, qualcosa di prelibato sembra esserci in questo riconoscimento: dando uno sguardo alle serie storiche, infatti, si scopre che solamente che su 86 casi totali, la squadra campione d’inverno ha poi vinto lo scudetto in 59 occasioni, ovvero in quasi il 70% delle volte. Di contro, solamente 19 volte ha vinto alla fine chi a metà campionato era in seconda posizione, con una percentuale del 22%.

Prima di scommettere su chi sarà il campione d’inverno, magari puntando sulle quote di indiabookies.in, c’è da dire che 9 volte su 10 il campionato viene vinto da chi alla fine di gennaio è in prima posizione o in seconda posizione.

Sempre in termini statistici, si noti che ad essere maggiormente abitudinaria nella classifica dei campioni d’inverno è la Juventus, che si è aggiudicata questo riconoscimento informale 31 volte, contro le 17 volte di Inter e Milan e le 6 volte della Roma. E quest’anno come andrà a finire?

Milan in testa, resisterà al recupero delle inseguitrici?

Attualmente la classifica è guidata, seppur di poco, dal Milan. I rossoneri sono sicuramente artefici di un ottimo inizio di stagione, in linea con quanto era stato replicato sulla parte finale della scorsa stagione.

Tuttavia, il titolo di campione d’inverno non è così a portata di mano come potrebbe sembrare. Le inseguitrici sembrano infatti aver preso un buon ritmo, e i rossoneri – archiviata positivamente la trasferta a Sassuolo, che era segnata con il bollino rosso nel calendario – sono attesi da almeno altri due ostacoli particolarmente aspri: la gara interna contro la Lazio alla 14ma giornata, e quella altrettanto casalinga contro la Juventus alla 16ma giornata.

Inter e Juventus si giocano le loro chance

Al di là del Milan, a giocarsi delle buone opportunità per poter arrivare in testa al giro di boa sono l’Inter e la Juventus.

L’Inter ha il grande vantaggio (se così si può dire!) di potersi concentrare esclusivamente sul campionato. Smaltite le delusioni delle Coppe europee, infatti, i nerazzurri guidati da Antonio Conte possono salvare la stagione solo se riusciranno ad andare fino in fondo nella Serie A e nella Coppa Italia, e terminare il girone d’andata in prima posizione potrebbe essere un buon viatico per la primavera.

Detto ciò, l’Inter dovrebbe mettere nel mirino soprattutto la sfida contro la Roma alla 17ma giornata e quella contro la Juventus alla 18ma giornata. Dal canto suo, i bianconeri hanno la doppia trasferta al Meazza tra le incombenze più gravose. Insomma, non ci rimane che guardare con particolare interesse i prossimi incroci, che saranno certamente utili per poter ponderare al meglio i rapporti di forza tra le varie squadre e, magari, prevedere con maggiore consapevolezza che cosa accadrà nel corso delle prossime settimane, in vista della chiusura di un girone d’andata che – al netto di quanto accaduto sul fronte del contesto sanitario – non può che essere ricordato per il suo equilibrio e per qualche bel match che abbiamo avuto la fortuna di assaporare.