Calciomercato 2020, si parte il 1 settembre

Calciomercato 2020

Le date del calciomercatoTra le tante conseguenze determinate dalla pandemia da Covid-19 e delle relative iniziative di contrasto, vi è anche lo stop ai campionati e alle Coppe, ripartite repentinamente qualche settimana fa e ora impegnate nell’annoso tentativo di recuperare il tempo perduto. Ma non solo: a cambiare calendarizzazione è anche la sessione estiva del calciomercato 2020, che non aprirà – come ogni anno – il 1 luglio, bensì il 1 settembre. Una partenza posticipata che, peraltro, pone il prossimo calciomercato a stretto contatto con l’avvio della Serie A che – salvo sorprese – dovrebbe prendere il via il prossimo 12 settembre.

Con le antenne già drizzate da parte dei migliori bookmaker stranieri (clicca qui per scoprire quelli con i migliori bonus siti scommesse), sempre particolarmente attenti nel comprendere come si muove il mercato e ponderare le relative quote sulla base delle ultime novità in materia, giova ricordare ancora una volta come la finestra della sessione estiva sarà, in realtà, estivo – autunnale.

Se infatti l’apertura è programmata nell’ultima parte dell’estate, la chiusura avrà luogo in autunno, il 5 ottobre, alle ore 20. Ma che cosa significa?

Le conseguenze, peraltro ben commentate dai migliori bookmaker stranieri 2020 che hanno espresso in parte del scetticismo su questa scelta, sono numerose.

In primo luogo, le società avranno solamente 35 giorni di tempo per poter ritoccare le proprie rose e, di questi, solamente 12 dovrebbero essere a campionato “fermo”. Ne deriva che il calciomercato, ancor più di quanto avveniva gli scorsi anni, sarà interessato da una sovrapposizione tra match e negoziazioni, con quello che potrebbe accadere in termini di maggiore o minore serenità da parte dei giocatori che, pur impegnati in qualche gara, potrebbero avere la testa all’imminente possibile trasferimento.

Insomma, è molto probabile che presidenti e allenatori avranno il loro da fare per poter mantenere gli animi dei giocatori tranquilli, ed evitare loro delle pericolose distrazioni.

Zaniolo & co.: dove andranno?

Detto ciò, alcuni dei più noti bookmaker stranieri hanno già predisposto delle quote sugli affari più importanti del calciomercato della prossima estate. A cominciare, si intende, da Zaniolo: il giovane giallorosso potrebbe cambiare casacca, anche se la permanenza a Roma è ancora l’ipotesi più probabile, con una quota di 1.20.  Viene invece dato a 4.50 il passaggio alla Juve, e a 12.00 un improbabile ritorno a Milano, sponda Inter. Diventa più probabile l’esperienza all’estero in qualche big, con il Real Madrid in testa a 7.50.

A proposito di giocatori giallorossi, si è aperta anche la caccia a comprendere che fine farà Pellegrini. Anche in questo caso è la permanenza a Roma l’ipotesi più probabile, a 1.20, seguita dal passaggio alla Juventus a 6.00. Si ipotizza altresì un passaggio all’Inter a 7.50, mentre con pari quota è stimato il passaggio in terra straniera, al Paris Saint Germain. Per quanto concerne le previsioni secche sul cambio o meno di casacca, chi sembra essere destinato a spogliarsi della propria maglietta è Tonali, a 1.10, così come Rakitic, a 1.25. Tra gli altri possibili partenti c’è Neymar, a 2.50 e De Ligt, a 2.50.